top of page

CCNL igiene ambientale aziende private: novità per l’anno 2024



Nel 2024 vi saranno alcune novità per il contratto collettivo nazionale di lavoro Igiene ambientale aziende private (il Ccnl scadrà, sia per la parte normativa sia per quella economica, il 31 dicembre 2024).


Minimi retributivi

I minimi retributivi (ultimo aumento con decorrenza dal 1° luglio 2023) aumenteranno dal 1° luglio.


Passaggio di categoria

A garanzia di un trattamento equo, i lavoratori assunti al livello J tra il 1° giugno e il 31 agosto 2022 (fatti salvi i requisiti di maturazione temporale indicati nell’articolo 15 del Ccnl) acquisiscono il diritto al passaggio al livello 1B il 1° novembre 2024.


Elemento retributivo aggiuntivo di produttività

Le aziende, che non hanno sottoscritto alcun accordo sul premio di risultato rispettivamente entro il 2022 e il 2023, corrisponderanno gli importi perequativi, da sommarsi al Cra (compenso retributivo aziendale) / Egr (elemento di garanzia retributiva), con decorrenza marzo 2024 e marzo 2025, a tutti i lavoratori in forza al momento dell’erogazione, in proporzione alla presenza in servizio nell’anno precedente (le frazioni di mese almeno pari a 15 giorni sono considerate come mese intero).

Nell’ipotesi di applicazione da parte delle aziende del meccanismo alternativo dell’Erap, nei mesi di gennaio 2024 e 2025 andranno effettuate delle comunicazioni ai soggetti sindacali sui dati necessari per il calcolo del valore dell’Erap e sull’importo che ne deriva. La comunicazione sarà trasmessa contestualmente per conoscenza i sindacati nazionali e alle associazioni datoriali firmatarie del Ccnl.

In caso di mancate comunicazioni di tali dati, è fatto obbligo all’azienda dell’erogazione dell’intero importo di 180,00 euro su parametro medio 130,07 definito dal Ccnl.


Malattia

A fronte di un tasso medio annuo di assenza per malattia o infortunio non sul lavoro uguale o superiore al 4% alla data del 31 dicembre 2023 (rilevato dall’azienda e comunicato ai soggetti sindacali competenti), l’azienda, nell’anno 2024, effettuerà le trattenute retributive secondo le modalità contrattuali (articolo 46, lettera c) del Ccnl 6 dicembre 2016. A partire dal 1° gennaio 2025 le trattenute saranno effettuate qualora il tasso medio annuo di assenza risulti uguale o superiore al 4,7% (rilevato dall’azienda e comunicato ai soggetti sindacali competenti) alla data del 31 dicembre dell’anno precedente.


Previdenza complementare

A decorrere dal 1° gennaio le aziende versano al fondo Previambiente un contributo aggiuntivo di 7,00 euro mensili per tutti i lavoratori iscritti al fondo.


Salute e sicurezza nei luoghi di lavoro

L’accordo dispone che le aziende private, a far data dal 1° gennaio 2024, versano al Fondo nazionale per la prevenzione, protezione e sicurezza del lavoro (Fondazione Rubes Triva) un importo pari a 1,00 euro al mese (elevato a 2,00 euro dal 1° gennaio 2025), per 14 mensilità, per ogni dipendente assunto con qualsiasi tipo di rapporto di lavoro, in forza in ciascuna azienda al 1° gennaio di ogni anno. Il versamento va effettuato entro il 31 maggio dell’anno di riferimento.


Assistenza sanitaria integrativa

A partire da questo mese viene rivista la disciplina in tema di assistenza sanitaria integrativa: l’iscrizione al fondo diventa obbligatoria per tutti i lavoratori in forza (sono considerati tali anche i dipendenti in aspettativa non retribuita), non in prova, a tempo indeterminato, compresi gli apprendisti ed i dipendenti con unico contratto a tempo determinato almeno pari a 12 mesi, sia a tempo pieno che a tempo parziale con orario di lavoro almeno pari al 50% dell’orario normale di lavoro a tempo pieno. In caso di mancato versamento della contribuzione ordinaria l’azienda è responsabile verso i lavoratori della perdita delle relative prestazioni sanitarie: al lavoratore è data la facoltà della richiesta all’azienda del risarcimento del danno subito.

Post in evidenza
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square
bottom of page