top of page

PIL - Inflazione



Nel secondo trimestre 2023, dato Istat, il PIL registra una flessione dello 0,3%, rispetto ai primi tre mesi dell’anno: l’Agricoltura e l’Industria calano, i Servizi crescono grazie al Turismo.


Il nostro Paese è in controtendenza nei confronti dell’area euro che registra un incremento del Pil dello 0,3% (Eurostat, prima stima flash).


Nel primo trimestre del 2023 l’Eurozona aveva fatto registrare una crescita zero, mentre il Pil era aumentato dello 0,2% nell’Ue.


La Germania registra crescita zero, la Francia + 0,5%, la Spagna + 0,4%. La Svezia (-1,5%), la Lettonia (-0,6%) e l’Austria (-0,4%), accusano un valore più basso di quello registrato dall’Italia.


Il commento dell’Istat: “L’economia italiana registra una flessione dello 0,3% nel secondo trimestre del 2023 rispetto al primo trimestre dell’anno, quando la crescita era risultata positiva in misura dello 0,6%.Alla discontinuità dell’andamento congiunturale nel secondo trimestre, fa fronte l’evoluzione positiva del Pil in termini tendenziali in misura dello 0,6%, che rappresenta la decima crescita trimestrale consecutiva. Questo risultato, di cui va messa in evidenza la natura preliminare, è dovuto ad una flessione sia del settore primario, sia di quello industriale, a fronte di una moderata crescita del comparto dei servizi”.


Prosegue inoltre il rallentamento dell'Inflazione nell'Eurozona. A luglio è prevista al 5,3%, in calo rispetto al 5,5% registrato a giugno.

コメント


Post in evidenza
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square
bottom of page