Decontribuzione Sud, autorizzazione prorogata fino al 31 dicembre 2022




La Commissione europea (decisione C (2022) 4499 final del 24 giugno) ha dato l’ok alla proroga, fino al 31 dicembre di quest’anno, della decontribuzione per le aziende operanti nelle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia. Per l’accesso alla misura, rileva il luogo dove si svolge la prestazione lavorativa. In precedenza l’agevolazione era stata autorizzata fino al 30 giugno 2022, ma, in base alla Legge 178/2020, dovrebbe essere fruibile fino al 2029 incluso, seppur con intensità decrescente.


La deroga temporanea alla normativa in materia di aiuti di Stato, che trova la sua motivazione nelle conseguenze economiche derivanti dal conflitto in essere in Ucraina, consente ai datori di lavoro di poter continuare a contare su una riduzione dei contributi, dagli stessi complessivamente dovuti, in misura pari al 30 per cento. Importante sottolineare che l’aiuto non prevede alcun massimale retributivo; questa caratteristica rende la misura particolarmente appetibile soprattutto per i lavoratori con retribuzioni medio-alte. Ai fini pensionistici, i lavoratori non ne risentiranno, essendo previsto che l’aliquota di computo delle prestazioni non subirà modificazioni.


Ricordiamo che la decontribuzione Sud, rivolgendosi sia al personale in forza, sia ai nuovi assunti, non riveste natura di incentivo all’assunzione. Conseguentemente non postula il rispetto dei principi generali sanciti dall’articolo 31 del Dlgs 150/2015. Tuttavia, trattandosi di un beneficio contributivo, trovano applicazione le disposizioni contenute nei commi 1175 e 1176 dell’articolo 1 della legge 296/2006. Questo significa che i datori di lavoro hanno diritto all’esonero se sono in possesso del Durc, se non hanno violato le norme fondamentali a tutela delle condizioni di lavoro, se rispettano gli altri obblighi di legge in materia e se non contravvengono alle regole imposte da accordi e contratti collettivi nazionali, nonché regionali, territoriali o aziendali, sottoscritti dalle organizzazioni sindacali dei datori di lavoro e dei lavoratori comparativamente più rappresentative sul piano nazionale.

Post in evidenza
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square