Corte di Cassazione: pensionamento e periodo di preavviso


Con ordinanza n. 521 dell’11 gennaio 2019, la Corte di Cassazione ha ribadito che in caso di pensionamento per il raggiungimento dei requisiti, il rapporto di lavoro non si risolve automaticamente, sussistendo soltanto la possibilità per il datore di lavoro del recesso “ad nutum“.

Quindi, in assenza di un atto formale del datore il rapporto prosegue.

Se il contratto si risolve per il raggiungimento dell’età anagrafica, occorre, in ogni caso, effettuare la comunicazione del preavviso.

Post in evidenza
Post recenti