Please reload

Post recenti

Federlazio: SOS COVID-19

July 29, 2020

1/10
Please reload

Post in evidenza

Federlazio: SOS COVID-19

July 29, 2020

 

Qui di seguito i provvedimenti relativi all'emergenza COVID-19:

(in continuo aggiornamento...)

 

 

 

INPS: COVID-19 - FIS - non sussistenza dell’obbligo dell’accordo sindacale

 

L’INPS ha emanato il messaggio n. 2981 del 28 luglio 2020, avente ad oggetto: “Fondo di integrazione salariale. Assegno ordinario con causale COVID-19. Non sussistenza dell’obbligo dell’accordo sindacale.”

 

INPS: COVID-19 - proroga di CIG in deroga per aziende plurilocalizzate

 

L’INPS ha emanato il messaggio n. 2946 del 24 luglio 2020, avente ad oggetto: “Istruzioni operative per la compilazione della domanda di proroga di CIG in deroga per aziende plurilocalizzate.”

 

COVID-19 – Proroga contratti a tempo determinato

 

Il Ministero del Lavoro, con una Faq pubblicata sul proprio sito internet, che evidenziamo di seguito, fornisce alcuni chiarimenti in merito alla proroga dei contratti a tempo determinato ai sensi del D.L. Rilancio  (https://www.lavoro.gov.it/temi-e-priorita/Covid-19/Pagine/FAQ.aspx).

 

Come deve essere inteso il riferimento ai contratti a termine per la cui durata è prevista la proroga dall'articolo 3, comma 1-bis del D.L. Rilancio? Cosa si intende per "periodi di sospensione lavorativa"? Quali sono gli obblighi occupazionali?

 

La legge 17 luglio 2020, n. 77, di conversione del D.L. n. 34/2020 (c.d Decreto Rilancio) ha aggiunto il comma 1-bis all'articolo 93, disponendo che il termine dei contratti a termine, anche in somministrazione, e dei rapporti di apprendistato è prorogato per una durata pari al periodo di sospensione dell'attività lavorativa, prestata in forza dei medesimi contratti, in conseguenza dell'emergenza epidemiologica da Covid-19.
Tale previsione, pertanto, si applica a tutti i rapporti di lavoro subordinato che non siano a tempo indeterminato, proprio al fine di evitare che la loro durata iniziale risulti di fatto ridotta per effetto di circostanze non imputabili al lavoratore. Ad esempio, ricadono nella proroga della durata:


- i contratti di lavoro a termine, ivi inclusi quelli stagionali;

- i contratti in somministrazione a tempo determinato, intendendosi il rapporto di lavoro che intercorre tra l'Agenzia per il lavoro e il lavoratore;

- i contratti di apprendistato, intendendosi quelli per il conseguimento di una qualifica e il diploma professionale e quelli di alta formazione e ricerca, limitatamente alla durata del periodo che precede la qualificazione.

 

Nel "periodo di sospensione" vanno compresi sia i periodi di fruizione di un ammortizzatore sociale Covid-19, sia l'inattività del lavoratore in considerazione della sua sospensione dall'attività lavorativa in ragione delle misure di emergenza epidemiologica da Covid-19 (es. fruizione di ferie).
In tutti questi casi il datore di lavoro, entro cinque giorni dalla data di scadenza originaria, deve effettuare la comunicazione obbligatoria di proroga, modificando il termine inizialmente previsto per un periodo equivalente a quello di sospensione dell'attività lavorativa.

 

COVID-19: NOTA INL 468/2020

 

L’Ispettorato Nazionale del Lavoro (INL) ha emanato la nota n. 468 del 21 luglio 2020, con la quale fornisce alcune indicazioni relative ad alcune modifiche introdotte dalla Legge “Rilancio” (Legge n. 77/2020, di conversione del Decreto Legge n. 34/2020) e d’interesse per l’attività dell’Ispettorato del Lavoro.

  • Decreto attuativo MISE

 

News Covid 19

 

 

 

 

INPS: COVID-19 – Congedo Covid esteso al 31 agosto e fruibile ad ore | 

 

  CIGO, ASO, CISOA, CIGD – nuova disciplina decadenziale

 

 

INPS - integrazione salariale COVID-19 - autodichiarazione del periodo effettivamente fruito

 

Ispettorato Nazionale del Lavoro: circolare n. 532 del 12 giugno 2020

Pubblichiamo la circolare dell’Ispettorato Nazionale del Lavoro (INL ) n. 532 del 12 giugno 2020, avente ad oggetto verifiche in materia di ammortizzatori sociali.

 

INPS: estensione NASPI e DIS-COLL

L’INPS ha pubblicato la circolare n. 76 del 23 giugno 2020 con cui, in attuazione delle disposizioni di cui agli articoli 92 e 94 del decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34, si forniscono istruzioni amministrative in materia di proroga delle indennità NASpI e DIS-COLL, nonché in materia di rioccupazione con contratti a temine con datori di lavoro nel settore agricolo da parte di percettori, tra l’altro, delle indennità di disoccupazione NASpI e DIS-COLL (promozione del lavoro agricolo).

 

Novità CCNL

Case di cura personale non medico - rinnovo del CCNL. AIOP e ARIS con FP CGIL, CISL FP e UIL FPL, in data 10 giugno 2020, hanno siglato l'ipotesi di accordo per il rinnovo del CCNL per il personale non medico dipendente da case di cura private laiche e religiose e da centri di riabilitazione, che decorre dal 1° gennaio 2016 e scade il 31 dicembre 2018. L’accordo sarà ratificato dalle OO.SS. entro il 30 luglio 2020. Previsti nuovi minimi retributivi in vigore dal 1° luglio 2020.

 

CCNL metalmeccanica aziende industriali - nuovi minimi retributivi. Federmeccanica e Assistal con Fim-Cisl, Fiom-Cgil e Uilm-Uil, con il verbale di incontro dell'8 giugno 2020, in virtù del meccanismo correlato all'inflazione reale introdotto dal CCNL 26 novembre 2016, hanno fornito i nuovi importi dei minimi tabellari, dell'indennità di trasferta e di reperibilità in vigore dal 1° giugno 2020. Sono state inoltre confermate le percentuali relative all'utile minimo di cottimo.

 

CCNL metalmeccanica PMI Confapi - nuovi minimi retributivi. Unionmeccanica Confapi con Fim-Cisl, Fiom-Cgil e Uilm-Uil, con il verbale di accordo del 10 giugno 2020, in virtù del meccanismo correlato all'inflazione reale introdotto dal CCNL 3 luglio 2017, hanno fornito i nuovi importi dei minimi tabellari, dell'indennità di trasferta e di reperibilità in vigore dal 1° giugno 2020.

 

 

 

 

INL: COVID-19 – chiarimenti su alcune disposizioni del decreto Rilancio

 L’Ispettorato Nazionale del Lavoro (INL) ha emanato la nota n. 160 del 3 giugno 2020, con la quale fornisce ulteriori indicazioni in merito alle modifiche apportate al D.L. n. 18 del 17 marzo 2020, già convertito dalla L. n. 27 del 24 aprile 2020, da parte del D.L. n. 34 del 20 maggio 2020.
 

INPS: COVID-19 – licenziamenti collettivi e individuali per GMO – tutela NASpI
 L’INPS ha emanato il messaggio n. 2261 del 1° giugno 2020, in materia di licenziamenti collettivi e individuali per giustificato motivo oggettivo e tutela NASpI.
 

INPS: COVID-19 – domande di CIGD per aziende con numero elevato di unità produttive
 L’Inps ha emanato il messaggio n. 2328 del 4 giugno 2020, in materia di flusso di gestione semplificato per la presentazione di domande per trattamento di cassa integrazione in deroga per aziende con numero elevato di unità produttive.
 

INPS: COVID-19 – sospensione degli adempimenti e dei versamenti contributivi
 L’INPS ha emanato la circolare n. 64 del 28 maggio 2020, con la quale fornisce indicazioni in ordine alle ulteriori disposizioni concernenti la sospensione degli adempimenti e dei versamenti contributivi a causa dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, previste, ad integrazione del previgente assetto normativo, dal decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18, e ss.mm.ii., e dal decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34.


 Gli obblighi dei datori di lavoro per la tutela contro il rischio di contagio da COVID-19
 Con la legge di conversione del decreto Liquidità si è introdotto l'art. 29-bis, con cui si dispone che, ai fini della tutela contro il rischio di contagio da COVID-19, i datori di lavoro pubblici e privati adempiono all'obbligo di tutela delle condizioni di lavoro (art. 2087 cod. civ.) mediante l'applicazione delle prescrizioni contenute nel protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del COVID-19 negli ambienti di lavoro, sottoscritto il 24 aprile 2020 tra il Governo e le parti sociali, e negli altri protocolli e linee guida di cui all'art. 1, comma 14, del D.L. 16 maggio 2020, n. 33, nonché mediante l'adozione e il mantenimento delle misure ivi previste. Qualora non trovino applicazione le predette prescrizioni, rilevano le misure contenute nei protocolli o accordi di settore stipulati dalle organizzazioni sindacali e datoriali comparativamente più rappresentative sul piano nazionale.

  • INPS: COVID-19 – indennità per i mesi di marzo, aprile e maggio 2020 per alcune tipologie di lavoratori


L’INPS ha emanato la circolare n. 67 del 20 maggio 2020, con cui fornisce istruzioni amministrative in materia di indennità di sostegno al reddito – in favore delle categorie dei lavoratori stagionali, dei lavoratori intermittenti, dei lavoratori autonomi occasionali e degli incaricati alle vendite a domicilio, le cui attività lavorative sono state colpite dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, introdotte, per il mese di marzo 2020 dal Decreto n. 10 del 4 maggio 2020 del Ministro del Lavoro e prorogate anche per gli ulteriori mesi di aprile e maggio 2020 dal successivo D.L. n. 34/2020.

 

 

  • INPS: COVID-19 – sospensione degli adempimenti e dei versamenti contributivi


L’INPS ha emanato la circolare n. 64 del 28 maggio 2020, con la quale vengono fornite indicazioni in ordine alle ulteriori disposizioni concernenti la sospensione degli adempimenti e dei versamenti contributivi a causa dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, previste, ad integrazione del previgente assetto normativo, dal Decreto Legge 17 marzo 2020, n. 18, e ss.mm.ii., e dal Decreto Legge 19 maggio 2020, n. 34. L’Istituto previdenziale fornisce, altresì, le relative istruzioni operative inerenti agli obblighi previdenziali in relazione alle diverse Gestioni interessate.

 

 

 

  • Agenzia Entrate: COVID-19 – il vademecum delle misure fiscali del Decreto c.d. Rilancio

 

L’Agenzia delle Entrate illustra le misure fiscali contenute nel Decreto Legge n. 34/2020. La presentazione ha scopo puramente esemplificativo e potrà essere oggetto di modifiche e adeguamento dei contenuti.

 

 

 

 

  • INPS: COVID-19 – termine di presentazione delle domande di CIGO e FIS

 

 

 L’Inps ha reso noto il messaggio n. 2183 del 26 maggio 2020, avente ad oggetto Decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34: termine di presentazione delle domande di cassa integrazione ordinaria e di assegno ordinario. Prime indicazioni.

Si coglie l’occasione per evidenziare l’importanza di verificare l’eventuale Cassa integrazione non effettivamente utilizzata, secondo i principi di cui alla circolare Inps 58/2009 e al messaggio Inps 2101/2020.

Infatti il nuovo articolo 19 del D.L. 18/2020, afferma, tra le altre cose, che le ulteriori 5 settimane di proroga si possono ottenere solo se sono state interamente fruite le nove settimane del periodo di base.
Conseguentemente, la procedura individuata dall'Inps nel 2009, e oggi riproposta per la causale Covid-19, consistente nella verifica a posteriori delle giornate di cassa effettivamente utilizzate e nella loro riparametrazione a settimane, appare come obbligatorio.
Per cui richiedere le 5 settimane (o meno) di proroga in caso di eventuale mancata fruizione di alcune di esse inerenti al primo periodo, verificata successivamente, potrebbe evidenziare un profilo di non allineamento con la disposizione normativa ed inficiare la legittimità del riconoscimento dell'ammortizzatore sociale per il periodo ulteriore.

 

 

  • INPS: COVID-19 – sospensione dei termini di adempimenti e versamenti prime istruzioni 

 

L’Inps ha reso noto il messaggio n. 2162 del 25 maggio 2020, avente ad oggetto emergenza epidemiologica da COVID-19: disposizioni concernenti la sospensione dei termini introdotta dalla Legge 24 aprile 2020, n. 27, che ha convertito in legge, con modificazioni, il Decreto-Legge 17 marzo 2020, n. 18, recante “Misure di potenziamento del Servizio sanitario nazionale e di sostegno economico per famiglie, lavoratori e imprese connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19” e, altresì, dal Decreto-Legge 19 maggio 2020, n. 34, recante “Misure urgenti in materia di salute, sostegno al lavoro e all'economia, nonché di politiche sociali connesse all'emergenza epidemiologica da COVID-19”. Prime indicazioni operative.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19, recante misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19, applicabili sull’intero territorio nazionale.

 

 

 

 

 

 

 

  • AVVISO PUBBLICO

 

“FONDO ROTATIVO PER IL PICCOLO CREDITO”

SEZIONE V“EMERGENZA COVID-19 – Finanziamenti per la liquidità delle MPMI”

 

 

 

  • DECRETO-LEGGE 8 aprile 2020, n. 23

 

Misure urgenti in materia di accesso al credito e di adempimenti fiscali per le imprese, di poteri speciali nei settori strategici, nonché interventi in materia di salute e lavoro, di proroga di termini amministrativi e processuali

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L’INPS ha emanato la circolare n. 47 del 28 marzo 2020, con cui vengono illustrate le misure a sostegno del reddito previste dal D. L. n. 18/2020, relativamente alle ipotesi di sospensione o riduzione dell’attività lavorativa per eventi riconducibili all’emergenza epidemiologica da COVID-19, nonché sulla gestione dell’iter concessorio relativo alle medesime misure previste dagli articoli 19, 20, 21 e 22 del citato decreto.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, applicabili sull’intero territorio nazionale

In attesa che esca il DPCM, vi anticipiamo l’elenco delle attività che, in base al Codice Ateco, dovrebbero rientrare tra quelle essenziali.

Oltre ai servizi bancari, postali e finanziari, sono quattro i settori che resteranno aperti: il farmaceutico, l’agrindustria, l’energia, la logistica/trasporti.

Tutti gli altri settori produttivi verranno chiusi.

Sarà nostra cura inviarvi il Decreto non appena pubblicato.

 

 

  • Addendum dell’Accordo per il Credito tra l’ABI e le Associazioni di Imprese circa l’estensione dei termini di moratoria su mutui e prestiti.

Allegato 1

Allegato 2

 

 

Oggetto:
Ulteriori misure per la prevenzione e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19. Ordinanza ai sensi dell'art. 32,comma 3, della legge 23 dicembre 1978, n. 833 in materia di igiene e sanità pubblica – Indicazioni sulle attività e mobilità deivolontari.

 

 

 

  • Si riporta, di seguito, il link dell'Istituto Superiore di Sanità riguardante le procedure per richiesta produzione mascherine

https://www.iss.it/procedure-per-richiesta-produzione-mascherine

 

 

Oggetto:Ulteriori misure per la prevenzione e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-2019. Ordinanza ai sensi dell'art. 32, comma 3, della legge 23 dicembre 1978, n. 833 in materia di igiene e sanità pubblica. Ulteriori misure relative al Comune di Fondi.

 

 

 


Modifiche e integrazioni all'Ordinanza del Presidente della Regione Lazio 17 marzo 2020, n. Z00010, recante "Ulteriori misureper la prevenzione e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-2019. Ordinanza ai sensi dell'articolo 32, comma 3 della legge 23 dicembre 1978, n. 833 in materia di igiene e sanità pubblica".

 

 

 

 

Ordinanza del Presidente N. Z 00010 del 17/ 03/2020 avente per oggetto:

Ulteriori misure per la prevenzione e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-2019. Ordinanza ai sensi dell'articolo 32, comma 3 della legge 23 dicembre 1978, n. 833 in materia di igiene e sanità pubblica, nella quale sono indicati nuovi orari di apertura al pubblico degli attività commerciali

 

 

 

Misure di potenziamento del Servizio sanitario nazionale e di sostegno economico per famiglie, lavoratori e imprese connesse all'emergenza epidemiologica da COVID-19

 

 

  • MISE: UIBM - Aggiornamenti marzo 2020

Aggiornamenti al Tavolo delle Associazioni di imprese e di commercianti 17 marzo 2020

  • Ordinanza del Presidente n. Z00009 17/03/2020

Oggetto:Ulteriori misure per la prevenzione e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-2019. Ordinanza ai sensi dell'art. 32,
comma 3, della legge 23 dicembre 1978, n. 833 in materia di igiene e sanità pubblica.

 

  • Ordinanza del Presidente della Regione Lazio avente per oggetto:

 

Ulteriori misure per la prevenzione e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-2019. Ordinanza ai sensi dell'art. 32, comma 3, della legge 23 dicembre 1978, n. 833 in materia di igiene e sanità pubblica.

 

  • Protocollo di regolamentazione per contenimento e diffusione Covid-19

 

Protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro,con indicazioni operative finalizzate a incrementare, l’efficacia delle misure precauzionali di contenimento adottate per contrastare l’epidemia. 

 

  • Coronavirus-sospensione attività ambulatoriali

 

La Regione Lazio ha attivato tutte le misure per la nostra sicurezza, serve la collaborazione di tutte e tutti per contenere la diffusione del virus, pertanto ha deciso di sospendere tutte le attività ambulatoriali.

  • Coronavirus- proroga termini versamenti fiscali 16 marzo 2020

 

Comunicato dell'ufficio stampa del Ministero dell'Economia e delle Finanze avente per oggetto: Coronavirus: prorogati termini versamenti fiscali 16 marzo, nuove scadenze e sospensioni in prossimo decreto legge.

 

  • Circolare Polizia  Roma Capitale, 13 marzo, n .2020/000004 recante:  provvedimenti emergenziali. Sostituzione di tutte le circolari emesse in precedenza

 

Circolare della Polizia di Roma Capitale del 13 marzo 2020 n. 2020/0000045, prot. n. RH/2020/0062281, avente ad oggetto:” DPCM 11 MARZO 2020 recante ulteriori disposizioni attuative del decreto legge 23 febbraio 2020, n. 6. Emergenza epidemiologica da COVID 19. Circolare unica provvedimenti emergenziali. Sostituzione di tutte le circolari emesse in precedenza (circolari 41 dell’8 marzo 2020, e n. 43 del 10 marzo 2020). Disposizioni operative”

 

  • Vademecum sulle  misure per la prevenzione della diffusione dell'infezione da Coronavirus

Vademecum, predisposta dalla nostra Confederazione Nazionale, Confimi Industria, in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, indicanti le misure di prevenzione e protezione da adottare in azienda per la per la prevenzione della diffusione dell’infezione da coronavirus.

 

  • Tirocini extracurriculari COMUNICATO

 

La REGIONE LAZIO con nota n. 0218523 emanata in data odierna DISPONE LA SOSPENSIONE DI TUTTE LE ATTIVITÀ DI TIROCINIO ATTUALMENTE IN CORSO, PER CAUSA DI FORZA MAGGIORE, SINO ALLA DATA DEL 3 APRILE 2020.

 

  • Circolare INL | 11 marzo | "Misure urgenti di sostegno per famiglie, lavoratori e imprese connesse all'emergenza epidemiologica da COVID

 

Circolare dell'11 marzo dell'Ispettorato Nazionale del Lavoro circa le "Misure urgenti di sostegno per famiglie, lavoratori e imprese connesse all'emergenza epidemiologica da COVID".

 

  • DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 11 MARZO 2020

 

Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri dell’11 marzo 2020: “Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19, applicabili sull'intero territorio nazionale

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Seguici
Cerca per tag