January 15, 2020

Please reload

Post recenti

Nuovo Catalogo Corsi Apprendistato Gennaio-Aprile 2020

January 21, 2020

1/10
Please reload

Post in evidenza

CCNL industria chimica

September 10, 2018

 

 

 

Con l’accordo del 19 luglio 2018 Federchimica, Farmindustria e le organizzazioni sindacali di settore, Filctem-Cgil, Femca-Cisl, Uiltec, Ugl Chimici, Failc-Confail, Fialc-Cisal, hanno anticipato il rinnovo del contratto collettivo nazionale di lavoro per gli addetti all’industria chimica, chimico-farmaceutica, delle fibre chimiche e dei settori abrasivi, lubrificanti e Gpl, per il periodo 2019-2022.

Il testo introduce novità sia in ambito normativo che economico.

Tra le novità, alla contrattazione aziendale è demandata, oltre che la definizione del premio di partecipazione, la possibilità di promuovere l’iscrizione ai fondi di categoria (Fonchim e Faschim) di tutti i dipendenti dell’impresa, ivi compresa la possibilità di copertura da parte dell’azienda della quota Faschim durante i periodi di aspettativa.

Alla contrattazione aziendale sono affidate anche le tematiche relative alla gestione dell’invecchiamento attivo, fra cui la possibilità di prevedere prestazioni lavorative annue diversificate fra lavoratori senior e junior, incentivi all’uscita dal turno, percorsi di riqualificazione/riconversione per la popolazione senior e percorsi di affiancamento.

Fra le azioni di responsabilità sociale si rende possibile la cessione a titolo gratuito di riposi e ferie ai colleghi per assistere figli minori che necessitano di cure costanti.

Dal punto di vista economico, il contratto riconosce ai lavoratori un aumento di 97 euro, per il periodo di vigenza contrattuale che è stato allungato, in via transitoria, di sei mesi, ovvero fino a giugno 2022. L’aumento rientra nel trattamento economico minimo (Tem) e la sua erogazione può essere posticipata, con accordo aziendale, fino a un massimo di sei mesi rispetto alle scadenze tabellate, in caso di crisi o di imprese start-up.

È stato già previsto che in occasione del rinnovo contrattuale luglio 2022-giugno 2025 gli incrementi del Tem terranno conto dell’inflazione e che per ogni 1% di variazione del costo della vita sarà erogato un aumento parametrato sulla base di una entità puntuale settoriale (Eps). Nel trattamento economico complessivo (Tec) al trattamento minimo si aggiunge l’elemento distinto della retribuzione (Edr), utilizzato durante la vigenza del contratto in commento come voce compensativa degli scostamenti negativi o positivi tra inflazione prevista e inflazione reale, scostamento che sarà verificato alla scadenza del contratto per garantire l’allineamento del trattamento minimo contrattuale all'inflazione reale.

Il CCNL sarà accessibile anche in versione digitale, consultabile su tutti i dispositivi informatici, compresi smartphone e tablet.

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Seguici
Cerca per tag
Please reload

Archivio
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square

Titolare del dominio:

FEDERLAZIO, Viale Libano, 62 - 00144 Roma

federlazio@federlazio.it

federlazio@pec.federlazio.it

CF 80204610580